Archivi tag: #digit16

Pronto il programma di #digits17 Prato

Digits17  la società degli algoritmi: usare e non essere usati  28 ottobre 2017

PIN polo universitario pratese – Piazza Giovanni Ciardi, 25 – Prato

Ore 9,00 apertura saluto autorità

ore 9,30 -12,30 Panel: “Il bene comune non sta dentro gli algoritmi, o forse si?”

(definiamo gli algoritmi, la storia, le prime applicazioni e quelle odierne, algoritmi buoni e cattivi, le implicazioni sociologiche dell’uso degli algoritmi, il modello Singapore, le smart cities, il bene comune e gli algoritmi.La nostra tesi: trasformare gli algoritmi in spazi pubblici)

con Michele Mezza, Derrick de KerckhovePiero Dominici, Mario Rasetti, Pier Luca Santoro modera Marco Renzi

ore 13,00 – 15,00 Workshop

aula 1 “L’algoritmo della libertà”  (negli Usa i giudici decidono sulla libertà condizionata, sulla pena, sulla scarcerazione, applicando un algoritmo) con Benedetto Ponti e Claudia Dani

aula 2 “L’algoritmo della politica”  (le ultime elezioni americane e francesi vinte con la profilazione e grazie all’uso intelligente e spregiudicato degli algoritmi) con Pier Luca Santoro e Lorenzo Pregliasco 

ore 15,00 – 17,00 Workshop

aula 1 “L’algoritmo dell’algoritmo” (un’azienda italiana ha messo a punto un  algoritmo che ci permette di comprendere come l’algoritmo di facebook ci mette dentro una bolla) con Luca Corsato e Vittorio Pasteris

aula 2 “L’algoritmo della notizia iperlocale”  (il futuro del giornalismo sta nel locale lo hanno capito anche a google dove stanno sviluppando un algoritmo per tracciare le notizie iperlocali) con Marco Giovannelli e Andrea Boscaro

ore 17,00 – 19,00 Workshop

aula 1 “Algoritmi e comunicazione” (il software si sta letteralmente mangiando le nostre parole, che si fa?) con Stefania Iannizzotto e Daniele Chieffi

aula 2 “5G e algoritmi” (Come funzionerà il nuovo sistema di trasmissione dei dati e quali algoritmi userà ) (sperimentazione europea in esclusiva in Italia a Prato, Milano, Bari, Matera e L’Aquila). con Benedetta Squittieri

Aula Magna Tavoli di lavoro ore 15,00 – 18,00

1) “L’algoritmo dell’energia” (smart grid, enti per l’energia casi e casistica nazionale e globale, gestione intelligente dell’energia e dei consumi, la produzione dell’energia) con Sergio Ferraris e Daniele Chieffi

2) “L’algoritmo del clima” (previsioni predittive a breve, medio e lungo periodo, le ricadute dell’analisi dei big data a partire dal clima per finire sull’economia, le emergenze climatiche) con Valentina Grasso e Alfonso Crisci

3) “L’algoritmo dell’aria e dell’acqua” (centraline di rilevamento, campionamento qualità, la questione della gestione degli scarichi in aria e acqua) con Marco Talluri 

4) “L’algoritmo dei rifiuti” (rapporto ecomafie, algoritmi previsionali per la raccolta, per lo smaltimento differenziato, per il riciclo) con Marco Renzi

5) “L’algoritmo delle emergenze ambientali: frane, alluvioni, tsunami” (gestire alcune emergenze ambientali mediante l’uso di tre diversi algoritmi che mettendo in relazione fra loro centinaia di dati diversi prevedono le catastrofi) con Cristina Galasso e Stefania Camici

Evento gratuito e aperto a tutti.

Prenotazioni per giornalisti su: Sigef  (attenzione per prenotare i nostri eventi dentro la piattaforma sigef selezionare il pulsante corsi enti terzi)

Prenotazioni per tutti gli altri scrivendo dal modulo

hashtag ufficiale: #digits17

>>>Qui il programma da scaricare<<<

Perché c’è bisogno di Smart Society in Smart Cities?

Prosegue la pubblicazione degli atti di digit16. La seconda puntata è dedicata al workshop “Smart Society in Smart Cities” di e con Marco Dal Pozzo e Piero Dominici.

La cultura digitale deve andare di pari passo con l’evoluzione tecnologica non sono sufficienti le abilitazioni tecnologiche e quelle legislative per avviare il cambiamento, ma contano gli aspetti sociali, culturali e organizzativi. Ecco perché, quello delle Smart City e Smart Society, non è un tema da affrontare soltanto da un punto di vista tecnologico/legislativo, ma anche ripensando le organizzazioni come sistemi sociali aperti in cui le persone abbiano un ruolo costantemente cooperativo e collaborativo.
Partendo proprio da questioni di ordine sociologico, individuando la necessità di percorsi di cooperazione per la gestione del Bene Comune, il workshop è l’occasione di approfondimento e di formulazione di ipotesi di lavoro su una materia tanto interessante quanto complessa.

Le slide dell’intervento:  Continua a leggere

I migliori siete voi #digit16

img_9947Siamo molto soddisfatti. Abbiamo provato a rinnovare il contenitore con nuovi formati – i tavoli di lavoro – al posto degli oramai inutili panel generalisti, ed ha funzionato. Così come ha continuato a funzionare assai bene il lavoro del social team impegnato a raccontare la nostra manifestazione sui social introdotto lo scorso anno con la sottoscrizione di una convenzione con l’Università di Perugia ed estesa quest’anno ad altri due atenei: Firenze e Urbino. Ancora una volta a #digit16 abbiamo avuto buone sensazioni e costruito relazioni. La compagine ha retto bene all’inevitabile ulteriore crescita della manifestazione, il rapporto impagabile con Camera di Commercio di Prato e Comune di Prato ci garantisce, sebbene tutti noi si arrivi da luoghi diversi, un buon feeling con il territorio. La continuità con le istituzioni giornalistiche che da sempre in piccola o larga parte hanno garantito alla manifestazione di sopravvivere, rimane un punto fermo insostituibile per proseguire al meglio questo cammino in salita ma costellato di piccole/grandi soddisfazioni. L’arrivo di partnership prestigiose e nuove sponsorship, ci riferiamo all’Accademia della CruscaEni, e Anso ci ha dato nuova visibilità, prestigio, autorevolezza e, permettetemi la metafora ciclistico/nautica, “abbrivio”, per lanciare lo sprint verso nuovi traguardi. Continua a leggere

Benritrovati a #digit16

Seconda e conclusiva giornata del nostro festival dedicato al giornalismo digitale. Grazie ancora di aver scelto di essere qui e buona giornata a tutti. I nostri social team come avete visto vi accolgono e seguono online tutti i nostri eventi. Il gruppo degli studenti dell’Università di Perugia quest’anno si è arricchito delle presenze dei colleghi studenti di altri due atenei quelli di Urbino e Firenze. Alla guida del team c’è come sempre David Mammano, supportato dai professori dei tre atenei che hanno coordinato la collaborazione fra le università e lsdiBenedetto PontiCarlo Sorrentino, Giovanni Boccia Artieri. Come lo scorso anno assieme ai colleghi più grandi troviamo a digit anche un variegato e consistente manipolo di studenti delle scuole superiori di Prato che accompagna e assiste gli intervenuti, i relatori e i componenti dell’organizzazione, nella gestione dell’evento. Si tratta dei ragazzi dell’Istituto superiore Carlo Livi di Prato coordinati dai tutor della Camera di Commercio di Prato.  La narrazione del nostro evento prevede come sempre un liveblogging minuto per minuto sui social cui si è aggiunto nel 2016 un apposito canale creato su uno dei “social verticali” per eccellenza: telegram.  Assieme ai nostri social team al lavoro a #digit16 ci sono anche gli specialisti del social team di Eni, che, come già accaduto al Festival internazionale del giornalismo di Perugia e in altre importanti manifestazioni dedicate all’informazione e alla comunicazione quest’anno, racconteranno anche il nostro festival, dal punto di vista della comunicazione corporate. Qualcuno di voi ancora non conosce il brand journalismContinua a leggere

Benvenuti a #digit16

digit2016_21ottobre_ok_anso-eni_bassaSe “le conversazioni sono notizie “,  esistono ancora molti muri da abbattere e non ci riferieamo solo a quelli a pagamento o a membership proposti dalla filiera editoriale, sigh! Benvenuti a tutti, finalmente #digit16, quinta edizione, del festival nazionale dedicato al giornalismo digitale. Grazie di aver pensato che stare qui, di persona o in forma virtuale attraverso la visione dei nostri incontri in streaming fosse la cosa giusta da fare, anche solo per pochi minuti, oggi e domani. Il menu odierno prevede 10 wrkshp e  12 tavoli di lavoro, per un totale di 56 ore di formazione.  Nel corso degli incontri di oggi ci occuperemo di : social giornalismo, lingua italiana, second screen experience, figuracce digitali, istant articles, google, gestione delle emergenze, twitter, giornalismo e scuola digitale. I tavoli di lavoro saranno dedicati al macrotema dell’ufficio stampa digitale. Continua a leggere