Archivi categoria: dig-it-2015

Il programma 2015

digit15_programma4
Nella mia <<filterbubble>> oggi su un social assai noto, facebook, per non far nomi, ho intercettato una chiacchierata, forse una discussione, su uno dei temi che fra giornalisti – digitali e non – anima da sempre il dibattito: l’accesso alla professione.

Lungi da me l’idea di entrare nel dibattito medesimo, vorrei provare a suggerire una chiave di lettura e introdurre il vero tema del post che state leggendo: il programma di digit15.

La manifestazione che Lsdi organizza oramai da 4 anni con l’ausilio, fra gli altri, delle istituzioni giornalistiche, è una goccia nel mare, ma prova da sempre a fornire una traccia per orientarsi proprio nell’universo professionale in divenire che è quello giornalistico, includendo a forza e con sommo piacere di chi l’organizza, il mondo digitale.
Quest’anno abbiamo pensato di tagliare l’ultimo nastro, abbattere il fragile ma imponente diaframma ancora rimasto fra i due mondi: analogico e digitale; e con il coraggio dei folli abbiamo costruito tutta la kermesse digit15 sull’ipotesi che l’evoluzione tecnologica non sia la chiave di lettura, o almeno non l’unica chiave di lettura possibile, per interpretare la rivoluzione in corso, ma che sia necessario uno sforzo di comprensione maggiore per aprirsi ad una rinnovata cultura delle cose e delle persone in epoca digitale. Continua a leggere

La nuova edizione di #digit è pronta Digitale è cultura

La nuova edizione di digit è la naturale prosecuzione di un percorso intrapreso 3 anni
fa a Firenze. Questa é l’edizione in cui digit ha trovato la sua “patria” naturale a Prato.
Grazie, soprattutto alla Cciaa di Prato, che nella nostra manifestazione ha creduto “al buio” già dallo scorso anno, al Comune di Prato, e anche alle istituzioni giornalistiche toscane e nazionali, che da tre anni a questa parte, cioè dall’inizio, ci sostengono economicamente permettendoci di mettere in scena il nostro piccolo evento.

Un evento, digit, che cerca di essere soprattutto un luogo fisico, nei due giorni della manifestazione, e virtuale: online per tutto il tempo dell’anno, fra un evento << fisico >> e l’altro, per riflettere e discutere delle idee e delle nuove pratiche del giornalismo.

I tempi sono maturi, a nostro avviso, per parlare di cultura digitale.

Il tema di #digit15 sarà infatti: << Digitale è cultura >> Continua a leggere

Torna digit anche se solo in “anteprima”: vi aspettiamo!

1programma_DIGIT-300x156Venerdì 27 marzo 2015 anteprima #digit15 alla Camera di Commercio di Prato. L’incontro previsto per le 10 della mattina è stato convocato dagli organizzatori della manifestazione (che poi come forse saprete siamo noi di Lsdi) per parlare del programma della prossima edizione del festival del giornalismo digitale.

A margine dell’incontro, per scaldare i motori in vista del prossimo settembre, si svolgerà il primo workshop della nuova edizione della manifestazione. Proveremo a ragionare di “influencer e giornalismo” assieme al giornalista e comunicatore Daniele Chieffi autore di alcuni libri sui temi della comunicazione e dell’informazione digitale in cui teorizza in modo molto preciso chi sono e come agiscono gli “influencers” e direttore della nuova collana editoria di Franco Angeli “Neo” per la quale l’altro ospite di digit15 del 27 marzo prossimo: Piero Tagliapietra ha recentemente scritto il libro : << Leader digitali. Dall’analisi dell’influenza online all’influencer management >>.

Continua a leggere

#OpenFNSI: il 27° Congresso FNSI raccontato da Lsdi.it

openfnsi
Dal 27 al 30 gennaio 2015 a Chianciano si svolge il 27° congresso dell’Fnsi, il sindacato dei giornalisti.  Si tratta di un congresso molto importante perchè dato il periodo storico ed economico che viviamo, gli esiti del congresso potranno decidere un buon futuro o un oscurantismo mortale per l’informazione e per i giornalisti italiani.

L’informazione che riguarda eventi come il congresso del sindacato dei giornalisti italia è stata solitamente poco significativa qualitativamente e quantitativamente. Questo non può più essere nel 2015 sia per i giornalisti sia per i cittadini italiani. Continua a leggere

Sensor journalism, quando la tecnologia italiana si trasforma in giornalismo

Tutti i video del panel che Dig.it ha dedicato al sensor journalism.

Sul palco assieme al moderatore dell’incontro Marco Renzi, c’erano alcuni scienziati italiani specializzati nella costruzione e l’ uso dei sensori: Mirko Mancin, Valentina Grasso e Alfonso Crisci e due giornalisti, in realtà un giornalista Luca Corsato e un ricercatore/scienziato/sperimentatore prestato al giornalismo Alessio Cimarelli.

Continua a leggere

Il premio Marco Zamperini per l’innovazione nel giornalismo digitale

marco-zamperiniDigit. e LSDI con la partecipazione della famiglia Zamperini, annunciano a un anno della morte di Marco la creazione del  Premio Marco Zamperini per il giornalismo digitale che ha l’obiettivo di premiare un giornalista o  un’organizzazione che si sono distinti per la creatività,  l’innovazione e la pragmaticità nel giornalismo online.
Il premio e i suoi partner  verranno presentati più compiutamente più avanti nel 2014 e la prima edizione del premiio sarà consegnata durante Dig It 2015.
La procedura di attribuzione del premio prevede che vengano raccolte online attraverso senglazioni le candidature dei premiati che saranno poi sottoposte a una votazione attraverso la Rete. Successivamente una giuria sceglierà i premiati fra i primi 5 più votati.